VAGINOPLASTICA MEDICA CON LASER E RADIOFREQUENZA

Che cos'è la lassità vaginale?

La lassità vaginale o "vagina troppo grande" è un problema diffuso ma ancora tabù. Con il tempo, le pareti vaginali si distendono e si afflosciano, una condizione nota come lassità vaginale. Le pazienti hanno l'impressione che la loro vagina sia troppo aperta nella fase iniziale e troppo larga nel complesso. Questo provoca una perdita di piacere e sensibilità durante i rapporti sessuali e spesso un senso di colpa.

Lassità vaginale: cause

Le cause della lassità vaginale sono tre:
♦ Età: con il passare del tempo la produzione di fibre di collagene nella mucosa vaginale si riduce, quindi la vagina diventa meno tonica e più lassa.
♦ Cambiamenti ormonali: il calo dei livelli di estrogeni, soprattutto in menopausa, è responsabile di una riduzione dello spessore e dell'idratazione della mucosa vaginale.
♦ Parto: durante un parto vaginale, il passaggio del neonato nel canale vaginale stira le fibre di collagene della mucosa e spesso le danneggia.
♦ Interventi chirurgici pelvici che indeboliscono il perineo.

→ Per saperne di più acido ialuronico

Quando è opportuno sottoporsi a una vaginoplastica medica?

Questa condizione colpisce milioni di donne in tutto il mondo. La dilatazione del canale vaginale è multifattoriale ed è spesso associata ai sintomi della sindrome genitourinaria della menopausa: atrofia vulvovaginale, dispareunia (dolore cronico provato durante i rapporti sessuali), secchezza vaginale e prurito. Questo rilassamento comporta anche una riduzione della soddisfazione sessuale, rendendo difficile il raggiungimento dell'orgasmo vaginale.

La vaginoplastica laser è consigliato nei casi di :
♦ Moderato rilassamento vaginale senza debolezza muscolare associata.
Desiderio di accentuare il piacere sessuale.
Atrofia vulvovaginale.
♦ Sindrome genitourinaria associata alla menopausa.

Le controindicazioni sono :
♦ Gravidanza.
♦ Lesioni o infezioni nella zona da trattare.
♦ Sanguinamento vaginale di origine sconosciuta.
♦ Mestruazioni.

→ Per saperne di più laser vaginale

Tecniche per il ringiovanimento e la lassità vaginale

Il laser è uno strumento efficace per eseguire la vaginoplastica senza intervento chirurgico. Si tratta di una procedura medica eseguita in studio per rimediare alla sindrome da rilassamento vaginale. Grazie a questo trattamento, la vagina viene tonificata, ristretta e rimodellata. La paziente può così ritrovare una vita sessuale e intima soddisfacente.

Viene organizzato un colloquio iniziale con la paziente, seguito da una visita ginecologica. Una visita ginecologica da parte di un ginecologo, con uno striscio cervico-vaginale normale, deve essere effettuata meno di un anno prima della prima seduta, al fine di individuare eventuali neoplasie, infezioni o lesioni. Anche l'esame citobatteriologico delle urine viene effettuato in laboratorio qualche giorno prima della seduta. In caso di infezione urinaria, la vaginoplastica non verrà eseguita.

La procedura non richiede anestesia.
Durante il trattamento viene utilizzato uno speculum laser monouso con scala centimetrica.

Risultati: prima e dopo il trattamento della lassità vaginale

Il miglioramento del tono vaginale si nota già un mese dopo la prima seduta, mentre il risultato definitivo è visibile tre mesi dopo la seduta.
Una differenza reale è stata riscontrata tre mesi dopo la seconda sessione.
Il trattamento iniziale prevede due o tre sedute. Il trattamento di mantenimento richiede una seduta all'anno.
Durante la fase post-intervento, la paziente può riprendere le sue abituali attività quotidiane, poiché il processo di guarigione procede in modo naturale. Tuttavia, è consigliabile evitare i rapporti sessuali per almeno tre giorni. Le perdite rossastre sono normali per 3 o 4 giorni. In caso di precedenti di herpes genitale, verrà prescritta una profilassi dell'herpes.

 

Tariffe

Tipo di consultazione Tariffe generalmente praticate
Laser
CHF 600 per sessione

Altre aree da trattare

Aumento del punto G

Secchezza vaginale

Aumento delle grandi labbra

Corona di perline del glande

Incontinenza urinaria da sforzo